Commercio Equo e Solidale

Acquistare un oggetto è un atto quotidiano ed insieme una scelta, non solo di gusto ma di come vogliamo il mondo. Il commercio equo e solidale guarda ad un mercato capace di favorire l’autosviluppo economico, umano e sociale dei popoli. Questo è possibile coinvolgendo ogni persona, dal produttore al consumatore, attraverso il dialogo e il rispetto.

Il commercio equo e solidale è una partnership economica basata sul dialogo, la trasparenza e il rispetto, che mira ad una maggiore equità tra Nord e Sud del mondo attraverso il commercio internazionale, contribuisce ad uno sviluppo sostenibile complessivo attraverso l’offerta di migliori condizioni economiche e assicurando i diritti per produttori marginalizzati dal mercato e dei lavoratori, specialmente nel Sud del mondo.

Il commercio equo e solidale si basa su dieci criteri standard:

CREAZIONE DI OPPORTUNITÀ PER PRODUTTORI ECONOMICAMENTE SVANTAGGIATI

 

TRASPARENZA E RESPONSABILITÀ

 

PRATICHE EQUE E SOLIDALI (RELAZIONI COMMERCIALI)

 

PREZZO EQUO

 

NO LAVORO MINORILE E FORZATO

 

IMPEGNO A NON FARE DISCRIMINAZIONI, A GARANTIRE PARI OPPORTUNITÀ DI LIBERTÀ DI ASSOCIAZIONE

 

ASSICURARE BUONE CONDIZIONI DI LAVORO

 

SVILUPPO DELLE CAPACITA’ E FORMAZIONE

 

PROMOZIONE DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

 

RISPETTO PER L’AMBIENTE

 

Per conoscerli più in dettaglio, leggi l’allegato